fbpx

Le origini del Bouquet

By luglio 23, 2019Blog, Non categorizzato

Il Bouquet ad oggi è considerato un vero e proprio must, un complemento essenziale per completare l’outfit del Grande Giorno e che io adoro perché generalmente rispecchia la personalità della Sposa.Il lancio del Bouquet è senz’altro uno dei momenti più attesi a spesso più divertenti del Matrimonio che in tante aspettano con ansia in nome della credenza popolare che vede sposarsi entro un anno chi lo riuscirà ad afferrare.Sin dall’antichità il Bouquet simboleggiava prosperità ed abbondanza, nell’antica Roma difatti le Spose portavano un mazzetto di erbe aromatiche come buon auspicio.Nel Medioevo invece, l’usanza del Bouquet venne sostituita da oggetti di uso casalingo come ago e filo che andavano a rappresentare i futuri mestieri da compiere nel ruolo di moglie.

Fortunatamente, dal 1400 in poi grazie alle invasioni arabe, si estese anche alle spose italiane l’usanza di adornare il capo con dei fiori d’arancio che simboleggiavano la fedeltà e la purezza interiore delle ragazze che andavano all’altare.

Con il passare del tempo si è passati dalla coroncina al mazzolino di fiori, fino ad arrivare alle composizioni più artistiche dei giorni nostri.La tradizione vuole che sia lo Sposo a regalare il Bouquet come ultimo dono del periodo di fidanzamento come a voler chiudere il ciclo del corteggiamento, prima di iniziare una nuova vita insieme. La mattina delle Nozze, sempre secondo la tradizione sarà proprio lo Sposo o uno dei suoi Testimoni a recapitare il Bouquet alla futura moglie.Ad oggi tante Spose preferiscono tenere come ricordo, facendolo essiccare, il proprio Bouquet ed usare per il lancio un secondo Bouquet fatto fare ad hoc.

Se non volete scordarvi di lanciare il Bouquet il giorno del vostro Matrimonio (come ahimè successe a me in assenza di una Wedding Planner) scrivetemi a: denise@denisemore.it

Photo Via Pinterest

About Denise More

Ogni evento è per me unico, brilla di una luce propria, sempre diversa.